News
Rimani sempre aggiornato sulle novità UIL!

Uil Fpl interviene “Mazzette? Dipendenti pubblici non sono questi!”

“La Uil-Fpl di Verona non può che prendere le distanze e condannare gravemente i reati perpetrati da questi soggetti che hanno l’aggravante di lucrare sul dolore delle famiglie e delle persone coinvolte nel lutto dei propri cari”. Lo ha dichiarato in una nota il segretario generale della Uil Fpl di Verona Daniela Prencipe, commentando l’arresto di quattro addetti alle celle mortuarie del Policlinico (ed un quinto indagato si trova ancora in vacanza all’estero), accusati di concussione e associazione a delinquere per presunte tangenti richieste alle agenzie funebri.

“I dipendenti pubblici – ha aggiunto – non sono e non devono essere questi. Non può l’azione scellerata di alcuni ledere la dignità di molti, che lavorano con senso di dedizione e responsabilità e che, soprattutto nella sanità e nel socio sanitario”. Congratulandosi con l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e con le imprese di onoranze funebri che “hanno permesso di fermare questo racket”, Prencipe ha concluso augurandosi “che tutte le istituzioni e parti sociali, come dimostra anche questo caso, possano, sempre più, creare e realizzare maggiori sinergie, anche mediante il supporto delle forze dell’ordine ma soprattutto attraverso una fattiva collaborazione e clima di correttezza e fiducia che deve essere il principale strumento per raggiungere l’obiettivo che ci domanda fortemente tutta la cittadinanza oltre che gli stessi lavoratori, di garantire legalità e trasparenza nei pubblici servizi e nella pubblica amministrazione”.

FOLLOW US
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Convenzioni