News
Rimani sempre aggiornato sulle novità UIL!

Manutencoop. Ospedale, insorgono le addette alle pulizie di Borgo Trento

Parcheggi a tariffa agevolata e riconoscimento del «tempo tuta» per le addette ai servizi di pulizia dell’ospedale di Borgo Trento.

Sono le due istanza su cui le sigle Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uil Tucs chiedono risposte tempestive a Manutencoop Spa di Zola Predosa, nel Bolognese.

Il gruppo, leader in Italia nella gestione ed erogazione di servizi integrati in ambito sanitario, gestisce in appalto insieme a Markas di Bolzano, le pulizie del principale ospedale cittadino, in un quartiere in cui però è difficilissimo per le dipendenti trovare un parcheggio. «Ancora a febbraio abbiamo chiesto alle due aziende di compilare i moduli che attestano il rapporto di lavoro delle addette all’interno dell’ospedale. Come sindacati ci saremo fatti carico di inoltrarli al Comune per riuscire ad ottenere abbonamenti mensili a prezzo agevolato negli stalli blu. Una sessantina le potenziali fruitrici», racconta Elisa Cornacchiola di Filcacams Cgil. Markas restituisce senza problemi i moduli compilati, mentre da Manutencoop non arrivano risposte. «Così le dipendenti della prima azienda hanno ricevuto i loro permessi e parcheggiano senza il rischio di incorrere in multe. Le lavoratrici della seconda rischiano ogni giorno le contravvenzioni», sottolinea Elisabetta Gallina di Fisascat Cisl.

L’azienda dal proprio canto fa sapere che si sta facendo carico della situazione, che però si protrae da mesi. Intanto però le sigle chiedono di affrontare anche un’altra questione, ovvero il riconoscimento economico del tempo tuta. «La spending review ha imposto ritmi sempre più incalzanti per svolgere un carico di lavoro rimasto identico. Per iniziare il servizio, come previsto, alle 6 del mattino, le addette devono arrivare negli spogliatoi dell’ospedale 20 minuti prima, mettersi in divisa sul posto, preparare il carrello da lavoro, timbrare e spostarsi nel padiglione assegnato», elenca Barbara Marchini di Uil Tucs. «Con Markas abbiamo avuto la disponibilità al confronto su questo tema. A Manutencoop abbiamo dato tempo fino al 6 dicembre per avere una risposta sull’apertura del dialogo. In seguito non escludiamo proteste e disagi», precisa Gallina. (Va.Za.)

L’ARENA DI VERONA – Martedì, 05 dicembre 2017

FOLLOW US
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Convenzioni