News
Rimani sempre aggiornato sulle novità UIL!

I Comuni a scuola di welfare per i lavoratori. Campagna di formazione unitaria Confartigianato, Uil, Cgil, Cisl

Welfare allargato in tre Comuni della provincia: grazie alla formazione voluta da Confartigianato e dai sindacati Cgil Cisl, Uil, a San Bonifacio, Badia Calavena e Sommacampagna le famiglie degli artigiani in difficoltà possono trovare un aiuto in più.
Questo aiuto è il contributo dell’informazione, spesso non a conoscenza degli stessi artigiani, sulle prestazioni che l’associazione di categoria mette a disposizione e che possono integrare o sostituire quelle messe a disposizione dai Comuni. Un caso assolutamente attuale è quello delle difficoltà a cui sono andate incontro alcune imprese artigiane successivamente all’alluvione del primo settembre e che l’Ebav, cioè l’Ente bilaterale artigianato veneto, sta aiutando.

C’è anche, però, «Sani in Veneto», cioè un sostegno alla sanità integrativa «con possibilità di accedere a rimborsi di significativa entità per una amplissima gamma di prestazioni sanitarie», spiega Fabrizio Creston, responsabile delle politiche dell’artigianato e bilateralità della Cisl.

L’iniziativa portata avanti da Confartigianato, Cgil, Cisl e Uil provinciali ha come obiettivo la creazione di una rete di amministrazioni locali che veicoli ai lavoratori dell’artigianato operativi sul territorio l’esistenza anche delle prestazioni sociali che il sistema bilaterale artigiano già eroga ai dipendenti delle aziende; servizi dei quali, spesso, loro stessi sono ignari.
Di qui la scelta di coinvolgere direttamente i Comuni ai cui uffici normalmente ci si rivolge per chiedere aiuto e che attraverso queste misure possono vedere integrate le prestazioni che già erogano. I primi a esprimere soddisfazione per questa collaborazione sono gli amministratori: i sindaci Graziella Manzato di Sommacampagna ed Emanuele Anselmi di Badia Calavena e l’assessore alle attività produttive di San Bonifacio Gianni Storari. Sono proprio loro i primi a farsi portavoce dell’invito agli altri colleghi sindaci perché si attivino per poter usufruire della stessa formazione.

Su questo insistono anche Valeria Bosco (segretario di Confartigianato Verona), Lucia Perina (segretario generale della Uil Verona), Maurizio Azzalin (segretario Cgil Verona) e il citato Creston, cioè l’équipe che ha incontrato i tre Comuni che hanno già completato la formazione.

Sportello EBAV – Sani.In.Veneto Uil: Via N. Giolfino, 10 Verona Tel. 0458873117 – Cell. 3468093240

FOLLOW US
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Leggi la nostra Privacy policy

Convenzioni