News
Rimani sempre aggiornato sulle novità UIL!

Formazione in sicurezza. Concluso il ciclo di incontri organizzato da Confindustria Verona con Cgil, Cisl e Uil

L’iniziativa nata dall intesa siglata a luglio 2008 diventa modello formativo finanziato dalla Regione Si è concluso il progetto «Sicuramente Insieme — Perché la sicurezza è un gioco di squadra», iniziato l’ottobre 2019 e realizzato tra Confindustria Verona, Cgil, Cisl e Uil del Veronese e con il finanziamento della. Regione.

Il corso si è svolto in due fasi, la prima di due morenti teatrali in 2 giornate e la seconda di 6 sessioni in aziende. Alle attività, gratuite, hanno partecipato oltre 150 persone tra Rls, Responsabili dei lavoratori per la sicurezza e Rspp, Responsabili del servizio di prevenzione e protezione, che si sono immedesimati l’uno nei panni dell’altro per simulare situazioni che hanno permesso di sperimentare i diversi ruoli. Il progetto, apripista nel suo genere, si legge in una nota di Confindustria Verona, fa parte delle attività collegate al protocollo d’intesa che Confindustria Verona e sindacati hanno sottoscritto a luglio 2018 per realizzare un percorso formativo congiunto per Rspp e Rls che attraverso attività, laboratori e seminari, contribuisse a creare sinergia tra le figure chiave della sicurezza in azienda, «La sicurezza è una partita che non si conclude mai, ma per la quale ad ogni risultato il traguardo va spostato più avanti», dichiara nella nota Filippo Girardi, vicepresidente per le relazioni industriali di Confindustria Verona «Sicurezza sul lavoro e riduzione degli infortuni devono essere vissute come obiettivi comuni che ci vedono tutti responsabili, imprenditori e lavoratori. Con questo spirito abbiamo avviato questa attività con i sindacati e il successo del progetto dimostra che stiamo lavorando nella giusta direzione tanto che la Regione ci ha proposto di mettere a punto un modello formativo replicabile come buona prassi».

Per Stefano Facci Segretario provinciale della Cgil «Con questo corso abbiamo raggiunto almeno due obiettivi, il primo, aver indicato un metodo di confronto trai soggetti interessati alla sicurezza sul lavoro per generare consapevolezza del ruolo che Rls e Rspp svolgono; il secondo, aver offerto un corso innovativo frutto della competenza e della collaborazione tra gli esperti della sicurezza, il sindacato e le imprese, un esempio di riferimento per tutte le aziende che non si vogliono accontentare e puntano alla qualità della formazione, in un settore quello della sicurezza, dove troppo spesso le offerte formative non sono adeguate».

«La formazione è il primo strumento per combattere la piaga degli infortuni sul lavoro», ha dichiarato Massimo Castellani, segretario provinciale della Cisl «Fatta in modo innovativo ha la capacità di penetrare con maggior incisività nella cultura e consapevolezza. delle persone. Auspico che possa essere replicata e magari anche copiata da tutte quelle realtà che sottovalutano il problema degli infortuni e ancor più la formazione per evitarli».

«Temi come salute e sicurezza sul lavoro sono fondamentali a livello partecipativo nella contrattazione, soprattutto in questa fase industriale di forte trasformazione», ha sottolineato Lucia Perina Segretario provinciale della Uil, «prevenire i rischi e operare al fine di rendere il luogo di lavoro più sicuro e più sano è fondamentale per migliorare la qualità e le condizioni di lavoro. Mantenendo in salute i lavoratori si ottengono effetti positivi, diretti e misurabili, sulla produttività e si contribuisce a migliorare la sostenibilità dei sistemi di sicurezza sociale»

FOLLOW US
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Leggi la nostra Privacy policy

Convenzioni